Attraversare la fune. La malattia vissuta dagli altri

Premessa a mio parere superflua, ma meglio non rischiare: non intendo paragonare le due situazioni. Non paragono dolori, frustrazioni, ansie, angosce. Non si tratta di confronti. Voglio solo condividere il mio pensiero, la mia esperienza. E mostrare un lato del dolore di cui forse si parla poco, e che spesso si tende a sminuire. Quando … Continua a leggere Attraversare la fune. La malattia vissuta dagli altri

Accettare il proprio passato, un calice di vino alla volta

Mentirei se dicessi che non mi sono mai ubriacata. Ma la sensazione della sbronza non mi piace; almeno, non più. Ho imparato nel tempo il concetto di piacere. Bere per piacere, per il gusto di farlo, e non per l'ebbrezza di sentirmi poco lucida. Mangiare per piacere, assaporando gusti e consistenze, cercando abbinamenti insoliti, scoprendo … Continua a leggere Accettare il proprio passato, un calice di vino alla volta

Nonni zero waste: l’ecologia di un tempo e l’amore per i miei nonni

La cucina al tempo di guerra è uno degli argomenti che più mi appassionano, e che ho avuto la fortuna di approfondire grazie anche al mio lavoro: ma non posso aprire questa parentesi, ora; non ne usciremo più. Delle ricette anti-spreco con il pane raffermo, trasformato in zuppe e polpette, e quelle umili realizzate a partire … Continua a leggere Nonni zero waste: l’ecologia di un tempo e l’amore per i miei nonni

Ansia pre-Londra: ai miei amici, a Paul McCartney, a me stessa

Come nelle migliori storie d'amore finite, non ho quasi nessuna foto di lei. Di noi. Non ne ho bisogno. Ho avuto un rapporto difficile con la città. Non subito, ma verso la fine. E poi per tanto tempo a seguire, dopo il mio ritorno. Ma di questo ve ne ho già parlato qui. Ho impiegato … Continua a leggere Ansia pre-Londra: ai miei amici, a Paul McCartney, a me stessa